Caricamento...

L’emergenza Covid-19 ha dimostrato i limiti del commercio fisico e messo in luce le potenzialità del commercio elettronico, molte delle quali sono ancora inespresse nel nostro paese.

In Italia durante il lockdown gli acquisti si sono spostati sul digitale, determinando una crescita a 3 cifre delle vendite online e la nascita di 2 milioni di nuovi e-shoppers.

Anche le aziende più conservative e meno vocate alle digitalizzazione hanno compreso come la loro sopravvivenza dipenda dalla capacità di unire la dimensione fisica e quella digitale e sviluppare modelli di commercio unificato che siano in grado di servire il consumatore su tutti i canali, online e offline.

Il commercio elettronico sarà il settore a maggior crescita dei prossimi anni in Italia e le aziende si dovranno “far trovare preparate” per affrontare con successo una delle più grandi sfide di sempre.

Ciò richiederà nuove competenze, esperienze, strumenti ed un modo completamente diverso di concepire il business. Sarà necessario “rimettere il cliente” al centro, servirlo su tutti i canali, fidelizzarlo sino trasformarlo in un promotore naturale del brand.